Dall’interscambio al noleggio, dalla fatturazione alla cauzione, ad ogni azienda il sistema di gestione.

Tra i protagonisti della vita di ogni magazzino che si rispetti, l’uso dei pallet ha origine nel secondo conflitto mondiale dello scorso secolo, quando i vari eserciti nazionali si accorsero che movimentare le merci tramite queste strutture in legnoera particolarmente facile, veloce e conveniente. 

Da allora molti sono stati gli usi civili fatti di queste strutture, oggi estremamente comuni in pressoché ogni azienda al mondo (e a volte addirittura nelle nostre case, essendo usati come forma alternativa di arredamento).


Tralasciando gli usi promiscui, i bancali sono utilizzati nella logistica per caricare più velocemente le merci sui mezzi di trasportoo per movimentarle in magazzino, e per ulteriore comodità le misure dei bancali, almeno in Europa (ma non solo) sono standardizzate in un modello definito “Eur-Epal”. 

In questo contesto, da oltre 30 anni alcune filiere, tra cui quella dei beni di largo consumo (GDO) si sono indirizzate verso soluzioni con pallet a rendere, previa la definizione di regole qualitative e comportamentali alle quali i diversi attori si devono attenere. 

I protagonisti di questo particolare mercato sono i produttori, i distributorie i vari operatori logistici internazionali, che a seconda dei casi e delle necessità, gestiscono i bancali seguendo quattro diversi modelli: l’interscambio, il noleggio, il sistema cauzionale e la fatturazione. 

Approcci che possono permettere alle realtà produttive di risparmiare (e molto) in costi di movimentazione, stoccaggio e trasporto, per quanto il risultato sia fortemente condizionato dalle relazioni, dalle capacità decisionali e di organizzazione dei soggetti interessati.

Continua a leggere su Logisticamente.it >

Hannover Fairs International GmbH | Fiera di Hannover | Via Paleocapa, 1 MILANO - P.IVA 08082840961 | tel. 02 70633292 | info@hfitaly.com | Privacy Policy

Share This