Sta facendo parlare molto di sé Eurofork. L’azienda piemontese, fra gli espositori di riferimento di INTRALOGISTICA ITALIA, ha di recente attirato l’attenzione delle pagine tecnologiche del Sole 24 ore, soprattutto in virtù della crescita vertiginosa registrata negli ultimi anni e delle brillanti prospettive per il futuro prossimo.

La capacità di innovare

Nell’intervista firmata da Riccardo Oldani, l’amministratore delegato di Eurofork Maurizio Traversa ha ribadito i punti fondamentali della strategia aziendale, rievocando le tappe che hanno condotto una piccola impresa attiva su un mercato maturo al rango di grande innovatore internazionale.
«Dopo la crisi del 2008-2009 –  questo il virgolettato di Maurizio Traversa – ho capito (…) che se volevo dare una svolta all’attività dovevo puntare sull’innovazione. (…) Nel 2011 ho deciso di circondarmi di un gruppo di giovani tecnici e ingegneri per provare a pensare qualcosa di diverso e ne è venuta fuori l’idea di EsmartShuttle, un sistema a navetta per la gestione dei magazzini automatici multilivello, costituito da uno shuttle, simile nel concetto a un veicolo autonomo in grado di andare a prelevare in modo automatico un collo individuandone la posizione, ma capace di muoversi nelle tre dimensioni dello spazio e non soltanto a terra».

Eurofork | Forcole ad alta tecnologia

Fatturato triplicato

«Da quando abbiamo iniziato a commercializzare il sistema EsmartShuttle, cinque anni fa – prosegue Traversa – abbiamo triplicato il fatturato, siamo cresciuti numericamente fino all’attuale organico di 70 addetti e ci siamo qualificati come un’impresa con una forte capacità innovativa. Un aspetto che ci ha fatto crescere soprattutto sui mercati esteri. Oggi Eurofork esporta l’85% di quanto produce, ma la percentuale sale al 90% se si contano i prodotti venduti a sviluppatori italiani destinati a realizzazioni per l’estero. Soprattutto abbiamo fatto breccia in Cina, che insieme a Corea, Singapore e Tailandia rappresenta oltre il 50% del nostro mercato. Lì il made in Italy è percepito molto bene e la nostra qualità, insieme alla capacità di innovare, è ampiamente riconosciuta».

Eurofork | eSmartShuttle, vista dall'alto

Il dilemma della delocalizzazione

Nel corso del dialogo con Traversa, l’intervistatore del Sole 24 Ore si inoltra anche su un terreno difficile, e finisce per chiedere all’amministratore delegato di Eurofork quali siano state le valutazioni del gruppo dirigente in relazione alla prospettiva della delocalizzazione, spesso evocata come soluzione unica per riuscire a competere sul piano dei costi con i più agguerriti competitor dello scenario internazionale.
La risposta di Taverna è ferma e tradisce insieme soddisfazione e orgoglio: nel 2011 – spiega – l’azienda si è in effetti trovata di fronte al bivio drammatico fra la delocalizzazione (peraltro sempre più diffusa nel settore) e la scelta di mantenere il valore del Made in Italy. «Oggi posso dire che la scelta è stata giusta – conclude Traversa –: mi trovo circondato da giovani, perché l’età media in azienda è di 33 anni, e mi sono posto l’obiettivo di arrivare a raddoppiare il fatturato, e portarlo a 30-35 milioni, nel giro di pochi anni».
Come? chiede Oldani. «Spingendo sempre di più sul sistema EsmartShuttle, ancora dotato di ampi margini di sviluppo che emergono anche dal continuo confronto con gli integratori di sistemi che costituiscono la nostra clientela».

Eurofork | eSmartShuttle in azione

Il futuro è confortante

L’intervista si conclude con uno sguardo agli orizzonti futuri. Che, secondo Traversa, presentano ottime opportunità.  «Nel prossimo futuro – spiega l’AD di Eurofork – diciamo nell’orizzonte di una dozzina d’anni, anche le piccole e medie imprese avranno sempre più l’interesse e la necessità di avere magazzini automatici». E i frutti dell’innovazione si potranno raccogliere con ancora maggiore abbondanza.

 

> Leggi l’intervista originale su Il Sole 24 Ore

 

Hannover Fairs International GmbH | Fiera di Hannover | Via Paleocapa, 1 MILANO - P.IVA 08082840961 | tel. 02 70633292 | info@hfitaly.com | Privacy Policy

Share This