Da sempre, il settore alimentare pone grandi sfide agli operatori della logistica. Ma se conservare pasta e biscotti è relativamente facile, ben diverso è il caso degli articoli che impongono il rispetto di condizioni ambientali stabili ed estreme. È questo il caso, ad esempio, del burro – un prodotto delicato che si presenta al consumatore con un packaging semplicissimo e che quindi deve essere trattato con grande cautela in tutte le fasi di stoccaggio e trasporto – con un considerevole dispendio di energia per garantire il pieno rispetto delle condizioni ideali lungo tutta la catena distributiva.

Di fronte alla necessità di riorganizzare la propria catena logistica con il duplice obiettivo di ridurre l’impatto energetico e massimizzare la resa dei magazzini, Burro De Paoli ha trovato nelle soluzioni Mecalux la risposta più completa alle proprie esigenze. De Paoli è un’azienda presente sul mercato da più di 50 anni. Nello stabilimento di Bolzano Vicentino, in provincia di Vicenza, combina ricette tradizionali e tecnologia avanzatissima. Ed è nota per l’elevatissima qualità dei propri prodotti.

 

Due celle, 1.500 blocchi pallet, tutto sottozero

Il nuovo magazzino De Paoli ha dovuto soddisfare contemporaneamente due esigenze: la struttura di Burro De Paoli, infatti, impone che da un lato si conservino i semilavorati; su un altro fronte, invece, occorre assicurare lo stoccaggio perfetto dei prodotti finiti. I progettisti Mecalux hanno quindi dovuto prevedere due magazzini distinti – ciascuno dei quali è stato montato all’interno di una cella refrigerata di oltre 160 m2, con temperatura operativa costante di 25 gradi sotto lo zero.
In entrambi gli ambienti sono stati installati sistemi Pallet Shuttle. Progettato per lo stoccaggio ad accumulo, questo tipo di impianto sfrutta al massimo lo spazio fisico del magazzino, riducendo al contempo il numero di corsie. Inoltre, poiché l’operatore non deve entrare nei tunnel con il carrello elevatore, le operazioni di stoccaggio e prelievo della merce sono molto dinamiche.

Con un totale di 174 canali, il magazzino di Burro De Paoli ha una capacità di 1.494 posti pallet da 800 x 1.200 mm. Ciascun pallet può avere un peso di 1.200 kg. Le scaffalature misurano 7,5 m di altezza e i montanti sono protetti per assorbire gli eventuali impatti dei mezzi di sollevamento.
Per stoccare i pallet, l’operatore posiziona il carrello motorizzato nel canale corrispondente con il carrello retrattile. In seguito deposita il pallet sulla prima posizione del- la scaffalatura affinché la navetta Pallet Shuttle lo trasferisca, in modo autonomo, fino alla prima ubicazione libera. Per prelevare i pallet si ripete il processo in modo inverso.

Mecalux per Burro De Paoli | il sistema di prelievo e stoccaggio

 

Sistema FIFO per canali e lotti

La merce viene gestita in base al criterio FIFO per lotti o canali. Il primo canale riempito con una referenza è il primo da cui viene effettuato il prelievo. In questo modo si garantisce la rotazione del prodotto.

Informatizzazione e mobilità: l’impiego dei tablet

Mecalux per Burro De Paoli | gestione informatizzata in mobilità

L’operatore dà gli ordini di movimentazione al Pallet Shuttle servendosi di un tablet collegato tramite Wi-Fi e dotato di un’interfaccia molto intuitiva che offre all’operatore le informazioni in merito al numero di pallet in un canale. Il dispositivo consente, tra l’altro, di eseguire le seguenti funzioni:

  • Selezionare le navette in funzione e veri- ficarne lo stato.
  • Scegliere i pallet con cui operare.
  • Caricare e scaricare la merce nei canali in modo continuo.
  • Effettuare l’inventario: i dati dei pallet stoccati arrivano sul tablet.
  • Localizzare le navette tramite un segnale acustico e luminoso.
  • Migliorare la sicurezza delle attività operative. Il tablet permette di attivare il sistema di bloccaggio che impedisce la caduta del Pallet Shuttle dalle forche del carrello elevatore.
Semplice ricarica della batteria

La navetta è dotata di un indicatore dello stato della batteria e di una riserva di energia aggiuntiva. Inoltre, sono state fornite delle batterie di ricambio per ricaricare le batterie scariche mentre i due Pallet Shuttle continuano a lavorare. Le batterie si estraggono dalle navette e si collegano a incastro nella stazione di ricarica che si trova a lato della baia. È stato fornito anche un cavo indipendente che consente di caricare la navetta direttamente, senza dovere estrarre la batteria.

> Per saperne di più

.

 

 

 

Hannover Fairs International GmbH | Fiera di Hannover | Via Paleocapa, 1 MILANO - P.IVA 08082840961 | tel. 02 70633292 | info@hfitaly.com | Privacy Policy

Share This