In Modula quando si parla di Industria I 4.0 si intende l’applicazione di ’”Internet of Things”, ovvero la capacità di collegare in modo ultra-veloce tra loro uomini e macchine attraverso una rete virtuale per lo scambio di informazioni rilevanti sui prodotti e sul funzionamento dei macchinari. Questo consente di avere un maggiore controllo in tempo reale sui processi produttivi e sullo stato di avanzamento delle singole commesse.

“In quest’ottica”, spiegano dal quartier generale di Salvaterra di Casalgrande, “stiamo lavorando allo sviluppo di una piattaforma software che fornirà in output alle macchine i programmi di produzione giornalieri e riceverà in input cosa è stato prodotto, in che quantità e in quale fase del processo produttivo si trova la macchina del cliente. Stiamo realizzando questo attraverso un Cyber-physical system che, attraverso opportuni sensori installati sui macchinari, permetta di comprendere quale sia lo stato di ciascuna macchina: se sta producendo, a che ritmo sta lavorando, se è ferma per guasto, per manutenzione o a causa di un calo della produttività. Questi sensori trasmettono importanti dati che vengono in seguito elaborati dal nostro software”.

 

Digitalizzazione dei processi vs. automazione
Con Industria I4.0 si intende quindi, in Modula, non una forma generica di automazione, ma piuttosto la digitalizzazione dei processi ed l’utilizzo efficiente dei dati per diminuire gli sprechi, ottimizzare la qualità dei processi di controllo e standardizzare le informazioni ricevute dagli impianti per fornire strumenti di gestione orientati al miglioramento dei processi decisionali. Grazie ad un’interfaccia grafica e alle tecnologie 3D, lo stabilimento verrà rappresentato nella sua globalità permettendo a chi gestisce la produzione di avere un pieno controllo sull’intero ciclo produttivo.

“Attraverso lo sviluppo di questo software”, precisano i responsabili Modula, “abbiamo non solo il pieno controllo dei processi, ma anche anche la possibilità di intervenire sulle macchine con la manutenzione predittiva. Stiamo infatti instaurando un rapporto di forte collaborazione con i costruttori dei nostri macchinari basato sullo scambio di dati utili per comprendere in quale momento e con quale modalità bisogna effettuare gli interventi di manutenzione, creando anche uno storico dei motivi di guasto delle macchine al fine di prevedere i guasti piuttosto che ripararli”.

Il rapporto con i clienti
In questo momento così rivoluzionario, uno degli obiettivi principali del management Modula è quello di consolidare il rapporto con il cliente attraverso la rilevazione e l’elaborazione di grandi quantità di dati. “Dati che solo noi” – precisano in Modula – “siamo in grado di trasmettere loro per supportarli nell’utilizzo dei nostri impianti, per intervenire in tempo reale in caso di scorretto utilizzo della macchina, per informarli con largo anticipo del prossimo intervento di manutenzione. Tutto questo sarà realizzato attraverso un sistema Cloud con l’intento di migliorare non solo il nostro processo produttivo, ma anche il loro in un’ottica di fidelizzazione del cliente. Un buon prodotto infatti è definito tale non solo se funziona, ma anche se è supportato da un ottimo livello di servizio”.

 

L’uomo al centro dell’attenzione
In Modula, così come in tutto il Gruppo System, l’uomo è al centro di questa quarta rivoluzione industriale. L’intelligenza artificiale non lo sostituirà, ma piuttosto lo supporterà. L’individuo e le sue conoscenze rimarranno comunque centrali. D’altra parte in Modula è già presente una forte automazione, quindi sono gli stessi ingegneri a sottolineare che “per noi non vale la contrapposizione uomo-robot, ma la collaborazione.  In prima linea saranno sempre presenti gli operatori che, come oggi, saranno in grado di impostare i macchinari e risolvere problematiche nate dai sistemi informatici che subordinano la produzione. Lo sviluppo della nostra azienda in ottica di I4.0 significa collaborazione uomo-macchina attraverso una più potenziata interfaccia che permetta un aumento della produttività, non una diminuzione del personale. Il nostro fine è quello di ridurre la possibilità di errore. In una grande azienda come Modula può capitare che l’attenzione di un lavoratore venga meno perché un altro gli chiede un’informazione o gli chiede a che punto è arrivato con la preparazione di una commessa. Noi vogliamo evitare che tutto questo continui ad accadere, quindi daremo in dotazione ai dipendenti un Tablet sul quale potranno leggere le istruzioni operative e inserire i dati relativi alla commessa sulla quale stanno lavorando per fare in modo che tutti siano informati in tempo reale su quello che sta accadendo all’interno della propria area di competenza, senza che debba spostarsi fisicamente o interrompere il proprio lavoro o quello altrui”.

> Scopri di più su Modula.it

 

Hannover Fairs International GmbH | Fiera di Hannover | Via Paleocapa, 1 MILANO - P.IVA 08082840961 | tel. 02 70633292 | info@hfitaly.com | Privacy Policy

Share This