Viaggi, auto, finanza, staff di lavoro e contenuti multimediali in streaming. Secondo una ricerca condotta da DHL, saranno questi settori che da soli potranno portare la sharing economy negli Stati Uniti dai 15 miliardi di dollari nel 2014 a 335 miliardi di dollari nel 2025. Attraverso il report Sharing Economy Logistics – Rethinking Logistics with access over ownership, si propone di indagare l’uso delle piattaforme digitali e dei modelli di business costruiti intorno al nuovo paradigma di condivisione di beni come importante opportunità futura per l’industria logistica.

Ma, per raggiungere certi obiettivi, è necessario pensare alle modalità di sviluppo del comparto. Condivisione degli spazi di stoccaggio, valorizzazione di spazi di privati (l’urban discreet warehousing), condivisione degli asset pesanti: queste sono solo alcune delle ipotesi messe in campo dallo studio in oggetto.

Un nuovo modello di consumo
Per molti anni, le attività hanno funzionato in base ad una logica lineare: i produttori producono, i distributori distribuiscono e i clienti acquistano, possedendo i beni per tutta la loro vita utile. Questo paradigma sta, però, cambiando: a partire dal 2008, le persone hanno iniziato a sostenere un nuovo modello di consumo, in cui è preferibile l’accesso temporaneo a beni e servizi rispetto alla proprietà effettiva.

Una nuova generazione di aziende guidate da nativi digitali, che si trovano alla guida di grandi sistemi di approvvigionamento pur possedendo solo l’interfaccia utente mobile, stanno guidando questo significativo cambiamento di valore.

 

 

La generazione dei consumatori Millennial (individui nati tra i primi anni ’80 e la metà degli anni ’90) è quella più attivamente impegnata nella sharing economy.

Un sondaggio di Nielsen a livello globale mostra che i Millennial costituiscono anche la fetta più grande di utilizzatori passivi della sharing economy (al 35%): i loro modelli di consumo indicano una minore preferenza per i beni fisici e suggeriscono una maggiore preferenza per le esperienze che offrono un senso comune di appartenenza.

Continua a leggere >>>

Hannover Fairs International GmbH | Fiera di Hannover | Via Paleocapa, 1 MILANO - P.IVA 08082840961 | tel. 02 70633292 | info@hfitaly.com | Privacy Policy

Share This