Ha destato grande interesse la presentazione dell’Osservatorio Intralogistica, il primo Osservatorio italiano dedicato al settore della supply chain. L’incontro, che si è tenuto ieri mattina presso lo Spazio Copernico Milano Centrale, ha richiamato la maggior parte dei nomi che contano dell’industria italiana di settore. Un dato, questo, che va addirittura oltre le attese degli stessi organizzatori, ma che non deve stupire. La necessità di un Osservatorio capace di rilevare e interpretare le dinamiche in atto è infatti un’urgenza avvertita dalla totalità dei protagonisti della filiera – e una così alta manifestazione di interesse non fa che confermare la bontà dell’iniziativa.

Al servizio del mercato

“Lo stile con cui l’Ente Fiera di Hannover entra in rapporto con i mercati di riferimento”, ha spiegato Silvia Origoni, Project Manager di INTRALOGISTICA ITALIA, “è da sempre improntato ad una visione strategica di lungo corso. In altre parole, la Fiera non si limita a vendere metri quadrati e servizi accessori, ma si impegna per la realizzazione di iniziative che possano realmente agire da stimolo per la crescita del settore, nella convinzione che ciò che fa bene al mercato farà bene anche alla fiera – e viceversa”.

 

Una iniziativa a quattro

In piena coerenza con questa impostazione, INTRALOGISTICA ITALIA si è fatta portavoce delle esigenze del settore presso un gruppo di partner istituzionali di alto profilo da sempre impegnati nell’analisi delle evoluzioni della logistica interna – Largo Consumo, GEA – Consulenti di Direzione e Università di Parma. 

Insieme, i quattro soggetti hanno dato avvio all’Osservatorio Intralogistica: un progetto di ricerca e di networking che affronta per la prima volta in modo sistematico ed esclusivo lo studio delle dinamiche della supply chain attraverso un percorso di lavoro che favorirà il confronto e lo scambio di informazioni fra aziende provider e aziende end-user. Attività, queste, che si concentreranno sul mercato italiano – ma che manterranno attivo uno sguardo su quanto avviene nel resto del mondo.

OSSERVATORIO INTRALOGISTICA | La presentazione di Gea - Consulenti di Direzione

Molto entusiasmo

Già a margine della presentazione sono state moltissime le manifestazioni di interesse da parte dei key player di settore. Tutti hanno apprezzato la possibilità di formare tavoli di lavoro con le aziende end-user; e molti si sono detti interessati non soltanto a partecipare ai diversi appuntamenti in programma, ma anche a fornire indicazioni dettagliate per la definizione degli ambiti di ricerca.

I Gruppi di Lavoro cominceranno ad incontrarsi a febbraio 2019 e si protrarranno – fra tavoli tecnici, riunioni del Comitato di Lavoro e fasi di esplorazione ed elaborazione dei dati – fino al successivo mese di giugno (periodo scelto per il mantenimento della periodicità della fiera di riferimento INTRALOGISTICA ITALIA, a cui il progetto appartiene), quando verrà organizzato un incontro pubblico di presentazione dei risultati.

 

Un progetto a cadenza annuale

“La cadenza annuale dell’Osservatorio”, ha spiegato in conclusione Armando Garosci di Largo Consumo, “permetterà di dare continuità ad una operazione particolarmente sentita e necessaria per lo sviluppo del settore. E, in parallelo, ci permetterà di focalizzare l’attenzione ogni anno su un argomento specifico, mantenendo uno sguardo doppio che sia capace di sviscerare contemporaneamente le grandi dinamiche di fondo e gli elementi di dettaglio del mercato”.

OSSERVATORIO INTRALOGISTICA | il cronoprogramma

Per ulteriori dettagli sull’Osservatorio Intralogistica consultate la pagina dedicata.

Hannover Fairs International GmbH | Fiera di Hannover | Via Paleocapa, 1 MILANO - P.IVA 08082840961 | tel. 02 70633292 | info@hfitaly.com | Privacy Policy

Share This