L’ondata di innovazione che sta attraversando la logistica 4.0 porta con se nuove tecnologie che consentono di migliorare l’efficienza, di limitare gli errori e soprattutto di monitorare in tempo reale. Piattaforme e software, reti ma anche sensori ottimizzano l’intera supply chain.
C’è da dire che un dato sfugge, in questo ottimistico panorama. E cioè che la Quarta Rivoluzione, per essere veramente tale, dovrà essere anche strutturale ed organizzativa ed integrare le sue fasi non gestendole a compartimenti stagni.
È chiaro che automatizzare è un passaggio cruciale, ma non è l’unica tappa verso l’offerta di servizi rapidi a costi contenuti. Per ottimizzare il processo e portare avanti la trasformazione, rimane insoluta ancora la gestione dell’ultimo miglio che rappresenta uno scoglio da superare per fare veramente bene sul fronte dell’e-commerce.

Order Delivered

Il report di Netcomm “Logistica e Packaging per l’e-commerce” parla chiaro: la battaglia del commercio elettronico è tutta da disputarsi sul terreno dell’ultimo miglio logistico oltre che dell’integrazione informatica. Il nostro Paese ancora registra zone d’ombra per poter vantare un servizio ottimale; malgrado l’avanzata di certe regioni su altre, il Sud Italia ancora arranca con evidenti problemi strutturali. C’è da dire che però fra il 2015 ed il 2017 un cambiamento è stato registrato. Secondo il report, i servizi di ritiro sono cresciuti di una percentuale vicina al 50% e la consegna casa/ufficio è incrementata fino al 94%.

Per 3 utenti su 4 la qualità dei servizi di consegna e di imballaggio è fondamentale, come lo è anche la sua sostenibilità.

A voler però stilare una classifica dei requisiti fondamentali per ogni utente, la velocità ed i costi di consegna risultano sempre avere il primo posto, insieme alla possibilità di ritirare 24 ore su 24, 7 giorni su 7. Ne deriva che i margini di miglioramento sono molto ampi anche in relazione alle dinamiche di reso e consegna, fronte sul quale i clienti sono più esigenti. E tutto questo si traduce nella necessità di una maggiore integrazione informatica dei processi legati all’e-commerce.

Se è vero che l’avvio di canali e-commerce significa anche implicitamente inclusione della gestione della logistica dell’ultimo miglio, forse sulla consegna della merce al consumatore finale bisogna fare passi da gigante. Lo sviluppo dello shopping online sta velocemente ridisegnando quello che è stato fino ad oggi il mondo delle consegne, ma la catena che dal cliente porta al merchant dovrà essere quanto prima adeguatamente rinnovata, per scongiurare la penalizzazione del servizio.

A INTRALOGISTICA ITALIA 2018 si terranno diversi incontri sul tema dell’e-commerce.
Nelle prossime settimane sarà reso pubblico il calendario degli eventi previsti nei giorni di manifestazione.

 

Hannover Fairs International GmbH | Fiera di Hannover | Via Paleocapa, 1 MILANO - P.IVA 08082840961 | tel. 02 70633292 | info@hfitaly.com | Privacy Policy

Share This