La digitalizzazione di tutti i settori sta cambiando il modo di produrre e di lavorare.
Sempre di più, i processi produttivi sono automatizzati, grazie alla tecnologia e ai protocolli Internet of Things (IoT) legati alla Logistica 4.0.
Ma non solo. Ogni giorno, l’industria produttiva sposta un po’ di sé online, con software che velocizzano il processo e che permettono di abbassare i costi.
In questo modo, una fabbrica è più efficiente, un negozio più personalizzato e l’assistenza al cliente più smart.

La digitalizzazione ha i suoi rischi, però, soprattutto nell’uso dei protocolli IoT. È pur sempre Internet, e per questo spesso soggetto agli attacchi di cybercrime e a problemi sia di natura ambientale che umana.
Per questo esiste il piano disaster recovery, grazie al quale è possibile fare una prova gratuita di una VPN per proteggere la catena di fornitura da rischi online.
Serve davvero? Considerando la sempre maggiore automazione dei processi produttivi, mettersi in sicurezza ormai è fondamentale.

Come la tecnologia ha cambiato i processi produttivi

Non stiamo più parlando di astratti robot che rubano il lavoro agli umani. Non è un film di fantascienza, ma una realtà che sta diventando sempre più indispensabile per i produttori – e non solo.
Usare più tecnologia nei processi produttivi vuol dire rendere la fornitura più efficiente, veloce e conveniente.

Continua a leggere su Logisticamente.it

Hannover Fairs International GmbH | Fiera di Hannover | Via Paleocapa, 1 MILANO - P.IVA 08082840961 | tel. 02 70633292 | info@hfitaly.com | Privacy Policy | Informativa sui Cookie